Tutti gli articoli di

admin

Mostra 93 Risultato(i)

L’aura

I sette strati dell’aura

È risaputo che il numero sette è un numero magico, colmo di misticismo. Molto spesso lo si riscontra nei temi e nelle pratiche dell’esoterismo. Infatti esso è anche il numero dei chakra.

Molte persone pensano che questi sette strati siano separati in modo netto tra loro, invece non è così. È la diversa vibrazione che rende reale il loro distacco. Più questi sono vicini al corpo, più la vibrazione è simile a quella del piano fisico. Più invece lo strato è lontano, più è spirituale. Di seguito li vediamo, molto sinteticamente, uno ad uno:

  1. Aura eterica: è lo strato più vicino al corpo e dista circa cinque centimetri. È quella più legata alle diverse sensazioni fisiche; più la persona è forte, più lo strato dell’aura è spesso. Confluiscono quindi le sensazioni fisiche.
  2. Aura emotiva: è lo strato maggiormente legato alle emozioni e ai sentimenti, ci sono addensamenti di luce fluttuanti e dista circa dieci centimetri dal corpo. In base alle tonalità e ai colori si possono individuare i blocchi.
  3. Aura mentale: è lo strato dove hanno sede tutti i pensieri razionali, è sempre lei definire qual è il livello di lucidità mentale, logicamente oltre alla capacità d’apprendimento individuale. Il suo spessore è di circa 20 centimetri, è concentrata soprattutto a livello delle spalle e della testa.
  4. Aura astrale: è lo strato che racchiude emozioni e dispiaceri, è visibile e si espande a circa 30 centimetri dal corpo fisico. Quando il suo colore è scuro significa che nell’individuo c’è grande vulnerabilità emotiva, contrariamente significa che la persona è capace di avere rapporti stabili.
  5. Aura eterica (o aura eterica matrice): in questo strato vi sono le informazioni sul futuro della persona, quando essa è forte e stabile, la persona si sente realizzata perfettamente nel posto in cui deve essere. Quando la persona si sente insoddisfatta e senza uno scopo, significa che tale strato è debole. Dista fino a 60 centimetri dal corpo.
  6. Aura celestiale: racchiude l’amore divino, quando questo strato è in armonia, l’individuo ha una predisposizione alla via spirituale. Dista fino a circa 70 centimetri dal corpo fisico.
  7. Aura causale: questo è l’ultimo strato dell’aura, infatti racchiude tutti gli altri strati ed ha la tipica forma ovale. È conosciuto con il termine “uovo aurico”, è grazie ad esso che siamo collegati con le energie superiori. Si allontana dal corpo in media di circa 100 centimetri.

La lettura dell’aura

Leggere l’aura aiuta ad analizzare il campo luminoso di una persona, di conseguenza ci permette di capire alcune cose di essa. Prima di tutto, come ho spiegato sopra, può mostrare lo stato di salute fisico, mentale, psicologico e spirituale. Grazie ad una buona lettura dell’aura è possibile visualizzare le disarmonie che, a lungo andare, possono dare origine a diverse patologie a livello olistico.

Quindi, analizzando l’aura, si può aver idea di quali sono gli obiettivi di una persona; non intendo solo la sua missione di vita o quali sono i suoi pensieri, ma anche il suo ruolo sociale, professionale e personale, a breve e lungo termine. Grazie a questa analisi si possono trovare e sciogliere i blocchi energetici; di conseguenza l’individuo può crescere e migliorarsi, progredendo in modo più sereno il suo percorso di vita, perfezionandosi ulteriormente.

Tutti possono vedere l’aura, basta solo un po’ di pratica e facendo esercizi costanti. Come inizio, è sufficiente mettersi seduti dando le spalle a una parete di colore neutro, meglio se bianca, di fronte a uno specchio. Osservando intensamente sopra la propria spalla, si può scorgere la propria aura. È possibile che non si riesca a vederla al primo colpo, perciò, come spiegato sopra, è conveniente esercitarsi quotidianamente.

Questo uovo energetico, come mi piace definirlo, intorno alla nostra materia, in realtà, anche senza rendercene conto, ci dice molto di chi abbiamo davanti. Avete presente quando provate un grande feeling o al contrario, antipatia (o vera e propria ripugnanza) per una persona, senza neppure conoscerla? Queste sensazioni sono date dal contatto con l’aura dell’altro. Questo processo è inconscio e automatico, fa parte dell’essenza umana, un po’ come l’imprinting degli animali.

Anche nel caso di vicinanza eccessiva, con persone sconosciute o con le quali abbiamo poca confidenza, proviamo lo stesso senso di fastidio, chi più, chi meno, dipende dalla propria sensibilità spirituale e dallo sviluppo delle doti sensitive individuali.

Potrebbe derivare dal fatto che le auree si siano intrecciate; ecco perché molte volte ci si sente soffocare e si vuole mettere la giusta distanza l’uno dall’altro. Oppure può succedere il contrario, ad esempio dopo una lunga relazione coniugale, capita che la coppia, per diversi motivi, si separa. Uno dei due partner non metabolizza la rottura e il distacco dell’amato, continuando a stare male anche dopo parecchio tempo, trasformando il sentimento in ossessione. Ciò dipende dal fatto che il legame aurico non è stato spezzato a livello energetico; è quindi importantissimo saper riconoscere e separare il livello fisico e il livello energetico.

Entrambi i partner possono essere a migliaia di chilometri di distanza, ma percepire il ricordo e le sensazioni che l’altro prova. Pertanto è ideale che il distacco avvenga anche energeticamente, per fari sì che non si soffra inutilmente e non si abbassino autonomamente le proprie frequenze vibratorie.

Effettuato questo taglio, qualsiasi ricordo rimane privo di emozione, così come un eventuale contatto con l’ex partner. Rimane quindi il ricordo di quanto c’è stato, ma l’impatto risulta senza turbamenti di sorta.

Un caso simile mi è capitato quando un uomo venne a chiedermi aiuto, per staccarsi emotivamente dalla rottura coniugale, non riusciva a metabolizzarla, era ossessionato dal ricordo di quando scoprì in flagrante il tradimento della moglie. Mi raccontò, che nel tempo ciò l’ha portato a essere insicuro di se stesso e a non sapersi più approcciare a un’altra donna. Ha iniziato a trascurarsi fisicamente e a sfogarsi con l’alcool; credetemi, era un peccato per il suo gran fascino. Dopo la seduta di distacco energetico, lo incontrai casualmente, circa un anno dopo, mentre passeggiavo sul lungolago di Locarno, se non mi avesse fermato non lo avrei riconosciuto. Più affascinante e luminoso di prima, mi ha raccontato di avere incrociato casualmente più volte la sua ex moglie, con “l’uomo del tradimento”, passeggiare mano nella mano, senza che ciò lo toccasse emotivamente.

Mi presentò la sua nuova Lei, invitandomi al loro matrimonio previsto per l’anno successivo. C’era una forte energia d’amore intorno a loro, sembravano la classica coppia che assapora il primo amore. Il matrimonio ha avuto successo, attualmente vivono serenamente con la loro bimba. Questo per dirvi che il nostro piano energetico influisce in una maniera incredibile nella nostra vita, è molto più importante del piano fisico, in quanto la nostra essenza è fatta di energia e se non siamo in armonia con essa, non possiamo essere in armonia con la nostra materia.

Concludendo, è possibile imparare a vedere l’aura anche se una persona non è predisposta, in quanto tutti noi esseri umani siamo fatti di energia e tutti abbiamo talenti spirituali da conoscere e far emergere. Per riuscirci è importante sottoporsi seriamente ad un allenamento costante, senza demordere dopo le prime ore. Durante una delle mie lezioni, mi è capitato di vedere una ragazza che faceva fatica ad esercitarsi, perché “affamata” di vedere velocemente dei risultati.

Dopo un mese e mezzo circa, mi contatta chiedendomi come fosse possibile che non riuscisse a raggiungere l’obiettivo, le ho domandato se credesse in se stessa, nelle sue capacità spirituali, che, devo dire, erano molto forti. Mi risponde: “No Arion, non sono mai stata una ragazza con molta autostima, tendo spesso ad essere insicura di me stessa”. Vi ho raccontato questo per farvi capire quanto sia importante credere ed aver fiducia in se stessi, solo così si è agevolati nell’ottenere velocemente i risultati, non solo nello sviluppo delle proprie capacità extrasensoriali, ma nella vita in generale.

Arion Krasniqi

Cinque sogni che profetizzano ricchezza

L’universo trova diversi modi per inviarci segnali e avvertimenti ma il problema è che non sempre siamo in grado di vederli e decifrarli correttamente. Molto spesso le profezie per il futuro possono essere viste in sogno anche se il mistero dei sogni non è così facile da scoprire. Indipendentemente da chi sogna, però, alcuni archetipi hanno uno stesso messaggio. Oggi parliamo di quelli che profetizzano ricchezza e prosperità.

Persone che corrono – Potrebbe significare che è in arrivo per voi un grande profitto che può essere realizzato attraverso il lavoro di squadra. Forse il vostro reparto farà un lavoro brillante e tutti riceveranno un premio. Forse state implementando un progetto creativo con il vostro team e questo vi porterà profitto. In ogni caso preparatevi a diventare ricchi!

Farfalle e insetti – Vedere farfalle in sogno significa che in un prossimo futuro sarete ricompensati per il duro lavoro che avete svolto. Sognare scarafaggi significa che concluderete presto un accordo di successo. Anche sognare altri insetti può significare un miglioramento della situazione finanziaria della vostra famiglia.

Gravidanza – Sognare di aspettare un bambino è segno di un inizio riuscito nel vostro commercio o di un flusso di denaro solido. Più grande è la pancia di chi aspetta e meglio è.

Documenti – Se sognate di lavorare con dei documenti, di firmare dei documenti o qualcosa di simile significa che riceverete un’enorme quantità di denaro. Presto potreste ricevere un’eredità o stringere un accordo economico molto vantaggioso.

Letame – D’accordo, questo non è sicuramente il sogno più piacevole che potreste fare ma sognare letame indica che sono in arrivo molti soldi! Probabilmente vincerete alla lotteria o avrete un altro modo semplice per ottenere una bella somma di denaro.

Sognare soldi, invece, non è indice di ricchezza ma di problemi o preoccupazioni.

Ora che sapete quali sogni portano ricchezza correte a letto!!!

Slavy Gehring

Consigli per contattare il mondo spirituale

Dopo anni che collaboro con il mondo spirituale mi sento di poter dare qualche consiglio a chi desidera intraprendere questa meravigliosa esperienza:

1. Abbiate sempre il giusto intento quando stabilite un contatto con le Forze Superiori. Dovete avere un obiettivo chiaro da raggiungere: una tecnica di guarigione, l’ispirazione per un progetto, un consiglio su una questione personal
2.E’ necessario credere. Potete percepire il mondo spirituale in modi diversi. Le Forze Superiori sono energia, non è detto che le vediate, ma a vostro modo ne sentirete la presenza. Come accade nella religione, i credenti percepiscono la presenza di Dio pur non vedendolo con gli occhi fisici, perché sanno che è ovunque
3.
Scordatevi di utilizzare la parte razionale. Si tratta di un contatto tra due energie: la vostra energia terrena-umana e l’energia spirituale. Non si comunica attraverso la mente razionale, è l’inconscio a percepire l’informazione e a trasformarla in una forma comprensibile: immagini, parole, sensazioni. Ci vuole tempo e allenamento per imparare a interpretare correttamente i messaggi.
4.Trascrivete i messaggi. Preparate carta e penna prima di iniziare il contatto, oppure usate un registratore se preferite parlare. Sarebbe un peccato perdere le informazioni ricevute.
5.Abbiate sempre rispetto per le Forze Superiori. Il mondo spirituale ci ama e protegge, è felice di avere delle persone in grado di portare sulla terra i suoi messaggi. Forse un giorno anche voi diventerete delle Guide, degli Spiriti che collaborano con le persone incarnate sulla terra. Immaginate di essere una Guida e che una persona cerchi di comunicare con voi. Le trasmettete degli insegnamenti utili ma lei non vi ascolta, non mette in pratica i vostri consigli e non li condivide. Il risultato è che avete sprecato energia inutilmente. Essere dei canali con il mondo spirituale è un lavoro serio, è fondamentale che ci sia rispetto da entrambe le parti.
6.Allenatevi e rafforzate la vostra energia. Non abbiate fretta, imparare a collaborare con il mondo spirituale richiede tempo e forza. Utilizzate qualche tecnica di respirazione, praticate yoga o qualsiasi esercizio vi aiuti a mantenervi in salute, in armonia con voi stessi e il mondo.
7.Lavorate su una questione alla volta, siate persistenti e datevi il tempo di creare nuovi schemi di pensiero più positivi e vantaggiosi. La vostra vita migliorerà quando migliorerete voi stessi. Il mondo che vi circonda dipende molto dal vostro stato interiore. Quando vi trovate di fronte a un ostacolo avete due possibilità: disperarvi o cercare una soluzione vantaggiosa e magari scoprire un nuovo talento che ignoravate di avere. Permettetevi di sdrammatizzare la situazione, questo vi darà maggiore forza per affrontare le difficoltà e un nuovo punto di vista.
8.Le ricerche scientifiche ci dicono che servono almeno 21 giorni perché schemi comportamentali diventino un’abitudine, ed è così anche per ottenere i primi risultati con gli esercizi. Mentre vi allenate iniziate a sistemare ogni aspetto della vostra vita, ma non tutti contemporaneamente. Se volete ottenere dei cambiamenti nell’ambiente che vi circonda iniziate a modificare le vostre convinzioni. Il pensiero è una forma di energia potentissima. Pensieri forti e positivi aumentano la circolazione del sangue e le percezioni si fanno più acute, migliorando lo stato di benessere dell’organismo. A volte in caso di malattia possono portare alla guarigione. Ogni pensiero crea cambiamenti nella nostra energia. Come un uomo pensa, così diventa.
9.Uno dei maggiori ostacoli nell’istaurare un contatto con il mondo spirituale è l’atteggiamento personale. Mentre cercate di sviluppare le vostre capacità, la paura di essere scherniti dagli altri vi può bloccare. Questo percorso, invece, deve essere anche divertente. La leggerezza ci aiuta ad aprire i nostri canali e permette al mondo spirituale di comunicarci i suoi insegnamenti con più facilità. In questo i giovani, che non sono ancora stati condizionati dalle credenze sociali, sono dei maestri. Nel mio centro ho ospitato da poco un seminario sulle facoltà extrasensoriali per bambini e adolescenti e i risultati sono stati molto positivi , persino negli esercizi più complessi come l’utilizzo delle carte Zener. I bambini si pongono meno limiti su ciò che è possibile e ciò che non lo è, e si affidano con semplicità alle loro percezioni. 
10.I contatti con le Forze Superiori si basano sull’amore
. Più è forte l’emozione provocata dall’amore e più è facile entrare in contatto con le dimensioni superiori. Più la vibrazione delle emozioni è  bassa, più si resta ancorati alla materia solida, pesante, e i contatti risultano confusi, né si riescono ad avverare i desideri. Perciò abbiate cura del vostro campo energetico, fate attenzione a cosa pensate e a come agite; mantenete sempre alta la vostra frequenza vibratoria.
11.Sviluppando la vostra capacità di comunicare con il mondo dello spirito anche la vostra chiarosensienza si acuirà perché vi abituerete ad entrare consapevolmente in contatto con l’aura delle altre persone e delle entità. La chiarosenzienza è il primo canale extrasensoriale coinvolto durante i contatti medianici quando percepite la presenza delle entità. E’ utile imparare a gestirla e rafforzarla, ad esempio allenandovi con la psicometria: stringete fra le mani qualche oggetto e provate a percepire l’energia che sprigiona. 
12.Formate un gruppo con cui esercitarvi. Sedetevi in circolo e lavorate insieme, le vostre energie si fonderanno e la forza a disposizione per i contatti aumenterà, facendovi raggiungere un livello più alto.
13.E’ sconsigliato iniziare un contatto ponendo domande troppo specifiche al mondo spirituale perché la mente potrebbe involontariamente creare la risposta. Allo stesso modo il nome dell’entità con cui comunichiamo deve arrivare da sé, altrimenti significa che non vuole comunicarlo o non è un’informazione importante da trasmettere. Ad esempio i trapassati, a volte, ritengono superfluo fornire il loro nome dopo che è stato stabilito il grado di parentela con la persona che ha richiesto il contatto. Tuttavia, poiché è naturale desiderare di conoscere il nome del nostro interlocutore spirituale – noi ci identifichiamo con i nostri nomi – può accadere che venga comunicato. La mente del canale deve essere molto aperta perché può avvenire attraverso tutti i sensi interiori: si potrebbe udirlo, presentarsi sotto forma di immagine e anche manifestarsi come un ricordo.

Tratto da “Parapsicologia moderna. Sviluppo delle capacità extrasensoriali” di Slavy Gehring Korolkova

Numeri dall’Universo

Cosa dicono i numeri dell’orologio?
Sicuramente sarà capitato ad ognuno di voi di vedere sull’orologio elettronico interessanti coincidenze numeriche: 02:02, 22:22, 17:17:17 e simili. Ogni volta che con gli occhi cogliamo momenti simili abbiamo la preoccupante sensazione che l’Universo stia cercando di avvertirci di qualcosa. Beh, non si tratta di una sensazione: è proprio quello che accade!

I numerologi sono convinti che in questi momenti non ci stiamo rivolgendo ad un semplice orologio ma che ci sia molto di più. E se le coincidenze si ripetono più volte durante il giorno o più giorni di seguito allora si tratta di un segnale ancora più persistente proveniente da una potenza superiore. Non possiamo ignorarlo!

Ma come facciamo a sapere che cosa ci vogliono comunicare? La numerologia vedica sa come decifrare tutte queste magiche coincidenze numeriche.

Ecco le più importanti.

 

00:00 – Questo è un momento speciale che, a volte, viene chiamato “inopportuno”. È il punto di partenza, l’inizio, il momento tra ieri e oggi, il portale dell’intervallo da un tempo all’altro. Si ritiene che questo sia il momento in cui si possa esprimere un desiderio molto profondo che poi si avvererà

01:01 – Questo segno dell’Universo promette l’arrivo di buone notizie da parte di un uomo/donna a cui non siete indifferenti. Controllate la posta, molto probabilmente riceverete una lettera o una email.

02:02 – Sarete invitati a frequentare persone facoltose, oppure i vostri amici vi inviteranno ad un evento interessante. In ogni caso è il momento di scegliere un abito e fissare un appuntamento dal parrucchiere.

03:03 – È un segnale positivo! L’Universo vi dice che proverete forti sentimenti per una persona e che questi saranno assolutamente ricambiati. Aprite il vostro cuore all’amore!

04:04 – Nella vostra vita c’è una situazione che vi preoccupa molto. Sembra che non ci sia una via d’uscita, avvertite quasi un senso di disperazione. Le potenze superiori vi stanno mandando un segnale positivo: guardate il problema da un altro punto di vista, così facendo potrete sicuramente risolverlo.

05:05 – Si tratta di un segnale d’allarme! Sta succedendo qualcosa di brutto per voi. Siate vigili perché rischiate di essere ingannati o trascinati in una dubbia avventura. Date un’occhiata più da vicino a ciò che vi circonda: qualcuno vuole farvi del male.

06:06 – Questo numero suggerisce alle ragazze non sposate che presto potreste ricevere una proposta di matrimonio dalla persona amata. Se siete già sposati aspettatevi di essere travolti dai sentimenti!

07:07 – Rischiate di avere qualche problema con persone in uniforme. Potrebbe trattarsi della polizia o dell’esercito. Fate ancora più attenzione del solito a non infrangere la legge!

08:08 – Si prospetta una buona giornata per qualsiasi iniziativa di lavoro.

09:09 – Correte il rischio di essere feriti da ladri o delinquenti. Prestate molta attenzione!

10:10 – Nella vostra vita stanno arrivando dei cambiamenti. Forse all’inizio avrete paura ma poi vi renderete conto che è il meglio per voi.

11:11 – Si tratta di un consiglio spassionato: sbarazzatevi delle vostre cattive abitudini prima di trovarvi in ospedale.

12:12 – Questo è un segnale bellissimo! Significa, in qualche modo, che oggi è il vostro giorno! Nella vita privata vi aspetta una piacevole sorpresa.

13:13 – Ricordatevi che nella vita non avete solo amici ma anche nemici. State attenti a chi vi circonda!

14:14 – Si tratta di un meraviglioso segnale dall’Universo che profetizza per voi tanta fortuna in amore.

15:15 – L’Universo vi incoraggia ad ascoltare le persone intorno a voi. Proprio oggi riceverete buoni consigli su un argomento che vi preoccupa da molto tempo.

16:16 – Rischio di incidenti. Non infrangete le regole del traffico, attraversate la strada solo con il semaforo verde, non superate la velocità consentita. State ancora più attenti del solto.

17:17 – Andate a casa prima che faccia buio: rischiate di essere derubati o coinvolti in qualche conflitto.

18:18 – Questo segnale indica che potreste trovarvi in difficoltà con il vostro mezzo di trasporto. Potrebbe rompersi l’auto o potreste, per esempio, perdere il treno.

19:19 – Vorreste raggiungere un obiettivo ma avete paura di agire? Questo numero vi incoraggia a compiere i primi passi verso il vostro traguardo. Avrete successo.

20:20 – Probabilmente state affrontando un problema in famiglia. Cercate di non provocare il vostro coniuge e imparate a smussare gli angoli taglienti.

21:21 – Un potere superiore suggerisce una relazione appassionata. Attenzione a non perdere la testa!

22:22 – Presto incontrerete qualcuno che avrà un ruolo importante nel vostro destino.

23:23 – Una persona a voi vicino rappresenta per voi una cattiva compagnia. Valutate attentamente tutti i vostri amici e conoscenti. Dovrete fare una scelta a vostro favore rifiutandovi di comunicare con persone sospette.

Come potete vedere la coincidenza dei numeri sull’orologio non è casuale. L’Universo ha molti modi per comunicare con noi ma la cosa principale è capire come decifrare correttamente i suoi segni e i suoi messaggi.

 

Test: sono un sensitivo?

 

Ho capacità sensitive? Questa è una delle domande che le persone che incontro mi fanno più spesso, e magari qualche volta ve lo sarete chiesto anche voi. Per essere certi di avere capacità extrasensoriali già sviluppate dalla nascita si deve fare un test e, in seguito, affrontarne altri per capire verso quali discipline si è più portati. Durante le sedute di channeling mi capita di dare informazioni a riguardo, perché le guide possono raccontarvi dei vostri talenti, però se siete scettici o volete provare a capirlo da soli vi consiglio di provare questo test. Rispondete sinceramente alle seguenti domande e avrete già uno spunto su cui riflettere.

 

 

1.     Prendete spesso decisioni giuste e a volte riuscite a prevedere eventi futuri?

Vi succede di dare un avvertimento su un evento futuro che puntualmente si verifica, oppure seguite spesso l’intuito e sbagliate pochissime volte. Se rientrate in questa categoria di persone significa che avete già imparato ad ascoltare la vostra voce interiore e questa capacità può essere potenziata con l’esercizio.

2.     Il vostro intuito è una sapienza interiore che sembra venire dal nulla?

Ad esempio incontrate una donna incinta e siete sicuri che aspetti un maschietto. Quando ero in attesa di mio figlio ero certa che fosse un maschio ancor prima che il medico ne desse conferma. Oppure siate malati ma dovete per forza fissare un appuntamento di lavoro, così guardate l’agenda e stabilite con sicurezza una data per l’incontro, sicuri che per quel giorno sarete guariti. Magari riuscite anche a distinguere con facilità le bugie dalla verità. Tutti questi casi non sono miracoli ma il frutto della vostra sapienza interiore. È la certezza che le vostre intuizioni, pur non sapendo da dove provengono, sono esatte. Accorgersi di possederla è un segno che percepite oltre la realtà razionale.

3.     Fate sogni premonitori?

I vostri sogni si avverano, oppure grazie al vostro intuito riuscite a interpretare in modo corretto quelli degli altri. Se vi capita di comunicare con i defunti attraverso i sogni significa che anche il vostro canale medianico è aperto. Molte persone mi raccontano di incontrare i loro cari durante il sonno e mi chiedono se sia un bene. Io rispondo che non è né un bene né un male, vuol solo dire che avete un canale medianico aperto. Se avete paura potete imporvi di non incontrare i Trapassati mentre dormite. Prima di andare a letto date a voi stessi l’ordine esplicito di non farlo.

4.     Sentite la presenza di esseri spirituali: Angeli, Guide o altri Esseri di luce?

Significa che riuscite a percepire le energie spirituali e forse vi possono arrivano anche i loro messaggi: parole che appaiono nella mente sotto forma di pensieri e che sapete per certo non essere vostri. Questi incontri possono avvenire anche quando meditate, perché siete rilassati e scivolate con più facilità in stato alterato di coscienza. Anche questa capacità, se volete, può essere sviluppata con l’esercizio.
I bambini sono molto aperti alle visioni extrasensoriali. Se avete dei figli che vi dicono di vedere le fate, di avere amici invisibili o vi raccontano storie ambientate in un lontano passato, quando ancora non erano nati, vi prego di non considerarle stupidaggini. Non sgridateli e non interrompeteli, lasciate che ve ne parlino liberamente. Cresceranno con una mente aperta e, magari, in futuro potranno utilizzare queste capacità. Potete sostenerli stimolando la loro creatività con la musica, il canto, il ballo, la pittura o la recitazione; sono tutte discipline che ampliano i canali percettivi e intuitivi. Tuttavia, la psiche di un bambino è molto fragile, non bisogna fare l’errore di forzarlo a sviluppare le abilità extrasensoriali, è sufficiente che siate pazienti e non giudichiate le loro percezioni. Insegnate l’apertura mentale con la creatività, poi, una volta cresciuti, saranno in grado di gestire da soli le proprie capacità.

5.     Vedete ombre di passaggio?

Con la coda dell’occhio scorgete un’ombra passare di lato, ma quando girate la testa non c’è nessuno. Che cosa significa? Vuol dire che per un attimo, inconsapevolmente, siete entrati in uno stato alterato di coscienza e il vostro occhio fisico ha notato uno spostamento di energia.

6.     Vi basta vedere o toccare la fotografia di una persona per percepire le informazioni che la riguardano?

Si tratta di psicometria ed è di certo un altro segno delle vostre abilità sensitive.

7.     Percepite il timbro di voce di una persona soltanto guardandone la fotografia?

Nemmeno questo è un miracolo, bensì un tipo di fenomeno che fa parte della chiaroudienza.

Vedete quante conferme potete già ricevere sulle vostre capacità extrasensoriali? In ogni caso per diventare dei bravi sensitivi serve molto impegno e un allenamento costante. E prima di iniziare a lavorare con le vostre capacità, dovete capire che essere un sensitivo comporta grande responsabilità.

 

Tratto da: “Parapsicologia moderna. Sviluppo delle capacità extrasensoriali” di Slavy Gehring Korolkova

Gli Arcangeli

 


Arcangelo è un termine che deriva dal greco archi che significa “primo, principale o primario” e Angelos che significa “messaggero di Dio”, perciò gli Arcangeli vengono definiti come i principali messaggeri di Dio… Sovraintendono gli Angeli in quanto, rispetto ad essi, sono più potenti e, infatti, vivono su piani dimensionali superiori a quelli angelici; entrambi operano in modo aconfessionale in quanto appartengono a Dio e non ad un credo specifico. In tal senso, essi offrono il loro aiuto a chiunque, dispensando in modo individuale e contemporaneo in quanto esseri dotati di ubiquità… Il compito degli Arcangeli è quello di donarci gli strumenti di cui abbiamo bisogno per progredire nel nostro percorso evolutivo, di fornirci un sostegno spirituale e di ispirare le nostre azioni attraverso l’amore celeste.

Arcangelo Ariel – può essere invocato per rafforzare fiducia e coraggio, per manifestare i nostri desideri più profondi, per creare abbondanza in tutti i campi della vita. Inoltre è possibile richiedere il suo intervento per la guarigione di un animale e per la risoluzione di problemi legati al pianeta Terra.

Arcangelo Azrael – può essere invocato per ricevere conforto a seguito di un lutto e per accompagnare i nostri cari nel momento del trapasso dal mondo fisico a quello spirituale.

Arcangelo Chamuel – può essere invocato per la guarigione del cuore dalle ferite emozionali e ritrovare così la pace interiore; ci aiuta ad aprire il cuore all’incontro con la persona giusta, per trovare un nuovo lavoro e per rinvenire gli oggetti smarriti.

Arcangelo Gabriele – può essere invocato per la guarigione del nostro bambino interiore, per sviluppare la propria creatività e attingere da essa per lasciar emergere il nostro Sé più autentico e realizzarci nel mondo. È possibile chiedere il suo intervento quando si riscontrano difficoltà nel concepimento di un figlio e quando si desideri adottarne uno.

Arcangelo Jeremiel – può essere contattato per lasciar andare il proprio passato e tornare liberi di esprimere il nostro massimo potenziale nel presente, per per-donare noi stessi e le persone che ci hanno ferito e comprendere che la sofferenza fa parte del nostro cammino evolutivo, per conoscere ciò che lega le nostre esperienze di vita e avere così una visione chiara del nostro futuro.

Arcangelo Jophiel – può essere invocato per riconoscere la bellezza e la positività in tutto ciò che ci circonda, per sviluppare la dote della pazienza e saper riconoscere l’importanza dell’attesa in quanto tutto arriva nella nostra vita secondo i modi e i tempi divini. È possibile richiedere il suo intervento per vivere in modo pieno e costruttivo tutte le emozioni positive, la gioia, l’allegria, la felicità.

Arcangelo Metatron – può essere invocato per aiutare i bambini che soffrono di disturbi legati all’iperattività e al deficit dell’attenzione, per supportare coloro che si occupano di questi bambini, in particolar modo medici e terapeuti, al fine di rendere possibile la scoperta di cure alternative per questo tipo di disagio. Invocatelo anche per riconoscere le vostre priorità e mantenere la concentrazione al fine di riconoscere i passi giusti da compiere per il vostro sviluppo spirituale. È possibile chiedere il suo intervento per purificare il nostro sistema energetico attraverso il suo raggio di luce viola.

Arcangelo Michele – può essere invocato per ricevere la sua massima protezione, per annullare tutte le nostre paure sia inconsce che razionali, per purificare gli ambienti dalle energie negative, per sviluppare la forza e il coraggio, per tagliare i lacci karmici con persone e o luoghi con cui abbiamo vissuto situazioni particolarmente complesse e negative che continuano a condizionare i nostri comportamenti qui e ora.

Arcangelo Raguel – può essere invocato per chiedere giustizia in tutte le situazioni di tipo legale, per essere difesi quando viviamo situazioni sfavorevoli, per ritrovare l‘armonia nella coppia e o nella famiglia a seguito di litigi che hanno provocato rotture o allontanamenti.

Arcangelo Raffaele – può essere invocato per richiedere la guarigione fisica propria o delle persone a noi care. Inoltre è possibile chiedere il suo intervento per ricevere protezione durante un viaggio e il suo supporto per tutti coloro che svolgono professioni nell’ambito medico.

Arcangelo Raziel – può essere invocato per sciogliere i blocchi, i voti, le promesse fatte nelle nostre vite precedenti che continuano a condizionare l’andamento del nostro presente impedendoci di vivere una vita serena e felice. Ci aiuta a sviluppare la chiaroveggenza e a conoscere i segreti spirituali.

Arcangelo Sandalphon – può essere invocato per supportare le persone che lavorano nell’ambito della musica aiutandole a sviluppare la propria carriera artistica e per richiedere la sua intercessione nell’affidare a Dio le nostre preghiere affinché vengano esaudite nel rispetto dei tempi divini.

Arcangelo Uriel – può essere invocato per trovare la soluzione giusta nelle situazioni difficili, per conoscere il passo successivo da compiere nel nostro percorso evolutivo, per chiedere il so intervento nell’ambito di catastrofi naturali al fine di indicarci la modalità attraverso cui mettere in sicurezza la nostra casa e guidarci al riparo da eventuali pericoli. Il suo contributo è prezioso anche per ricevere la giusta ispirazione per la creazione di un progetto e la determinazione per realizzarlo. È possibile chiedere il suo aiuto anche per sviluppare la nostra chiarosapienza.

Arcangelo Zadkiel – può essere invocato per aiutarci a perdonare noi stessi, lasciando andare il senso di colpa rispetto agli errori commessi e le persone che ci hanno ferito, supportandoci nella comprensione della sofferenza come strumento di evoluzione. Per rafforzare la memoria, soprattutto nello studio, ma anche per chi deve sostenere discorsi in pubblico. Inoltre ci guida ad aprire il cuore alla compassione.

Tratto da “Invocazioni agli Arcangeli. Come invocarli per ricevere aiuto spirituale” di Emanuela Giulietti

LA SPIRITUALITA’ NELL’ERA DELLA TECNOLOGIA

Ricordo che da bambina, quale streghetta inconsapevole che ero, possedevo una straordinaria capacità di cui ho compreso la potenzialità solo nel tempo: ogni sera, quando mi mettevo a letto, prima di addormentarmi immaginavo tutti gli avvenimenti che volevo si verificassero per me. Li immaginavo in ogni singolo dettaglio, con le voci delle persone coinvolte, i colori e i profumi degli eventi. Impiegavo tutta la mia energia e tutta la mia mente, che in quel momento non era distratta da nient’altro, fin quando non mi addormentavo. E, così facendo, caricavo quei miei desideri in maniera inconsapevole ma molto forte, con la fede che forse solo un bambino possiede.

Col passare degli anni ho poi perso quella bellissima abitudine, perché la tecnologia ha riempito la mia vita, così come quella della maggior parte delle persone. Il momento prima di andare a dormire è diventato il momento per vedere un film, una serie tv o stare sui social. E se la tecnologia ha invaso le nostre vite con la promessa di migliorarle, si è anche presa tanto in cambio. Essa assorbe infatti tante delle nostre forze ed energie. No, non sto parlando di energia elettrica.

Per chi non lo sapesse, tutto va nutrito. Proprio come il nostro corpo ha bisogno di nutrimento organico, le macchine di carburante, le piante d’acqua e sole, così anche tutto ciò che succede in astrale va alimentato di una determinata energia. E tutto quello che si verifica sul piano materiale, si manifesta prima sul piano energetico; così, quanta più benzina energetica riusciamo a fornire, quanto più è probabile che il nostro desiderio possa materializzarsi. I nostri obiettivi vanno perciò, in un certo senso, nutriti e curati.

Nel passato si riusciva a caricare un desiderio in maniera più semplice, direi quasi in maniera naturale. Quanti non ricordano di aver svolto delle attività quotidiane mentre si era assorti nei propri pensieri? Mentre si guidava, ad esempio; mentre si cucinava, si svolgeva le faccende domestiche, o semplicemente mentre si prendeva il sole; o ancora, come nel mio caso, mentre ci si addormentava. In un certo senso l’uomo ha sempre svolto, in maniera del tutto naturale e inconsapevole, quelli che possono essere considerati come piccoli rituali, perché sono tutte forme di canalizzazione d’energia verso un pensiero, verso un dato scopo.

In particolare, nel momento in cui passiamo dallo stato di veglia al sonno, passiamo in uno stato di coscienza alterato e la connessione con l’astrale è ancora più profonda. È proprio quello stato di coscienza alterato che dà ancora più forza al pensiero. Non a caso determinate facoltà del nostro cervello, come la sensitività in tutte le sue sfaccettature, come la telepatia, si attivano quando si passa ad altri stati di coscienza, con le onde alpha e le onde theta.

Al giorno d’oggi invece si riesce ad andare molto poco in quegli stati di coscienza alterati; tanti di noi passano la giornata con accanto un computer o un telefono cellulare. Questi dispositivi fanno sì che il nostro cervello sia sempre sintonizzato su uno stato di attenzione costante, nello stato delle onde beta. Oggi, anche mentre svolgiamo le nostre attività quotidiane, teniamo la nostra mente in uno stato di “attenzione”. Siamo costantemente concentrati, ma su qualcosa di esterno a noi e con una qualità dell’attenzione nel tempo notevolmente diminuita. Non facciamo in tempo ad andare in uno stato di coscienza più profondo, perché riceviamo di continuo un messaggio, una chiamata o una notifica; e quando non ne riceviamo, siamo comunque in attesa di quel messaggio o di quella notifica. Per il nostro cervello, ci troviamo sempre in una situazione di allerta. Così facendo, non riusciamo più a condensare l’energia necessaria ad essere il carburante dei nostri obiettivi. Vedo sempre più persone fare fatica a concentrarsi su loro stesse, sull’ascolto del proprio corpo, dei propri sentimenti e dei loro reali desideri.

La tecnologia in costante progresso ci sta discostando sempre più dalla nostra natura. Stiamo perdendo la facoltà dell’ascolto, della concentrazione e della focalizzazione su un obiettivo. Ci stiamo abituando a scorrere velocemente le notizie sullo schermo dei nostri telefoni, nell’arco di pochi secondi, mentre non siamo più allenati a concentrare l’attenzione per un periodo di tempo maggiore. Questo si riflette sulla capacità di direzionare la propria energia e raggiungere i propri scopi nella vita. E ciò si traduce nella fastidiosa sensazione di dissipare le proprie forze senza aver ottenuto nulla.

Se tornassimo a focalizzarci più su di noi anche solo per pochi di minuti al giorno, la nostra vita cambierebbe radicalmente. Sono tematiche sottili che la spiritualità moderna si trova costretta a vivere e ad affrontare.

Nel prossimo articolo analizzeremo altri aspetti della tecnologia e dello stile di vita moderno che vanno ad influenzare in maniera sottile il nostro essere.

IRIS

Meditazione per la connessione con l’energia vitale che pervade l’universo

Regolarizza il ritmo del tuo respiro con respiri profondi, delicati e collegati.

Assicurati che non ci siano pause tra inspirazione ed espirazione.

Ogni inspirazione scivola dolcemente in ciascuna espirazione, ogni espirazione scivola dolcemente in ciascuna inspirazione.

Trova una profondità di respiro che tu riesca a mantenere.

La prossima è una fase di respiri leggeri, così delicati, lenti, profondi e collegati che li senti come un gentile fiume di energia che ti scorre dentro.

Visualizza ora un cilindro di pura energia luminosa bianco-dorata, proveniente dalla più pura sorgente energetica, che ti circonda.

Immagina che esso non abbia né inizio né fine mentre tocca terra intorno a te per ancorarsi ad essa, avvolgendoti totalmente.

Visualizza questo cilindro ripieno dell’energia più intensa e pulsante, viva di vibrazioni elettriche.

Sai che dona guarigione e trasformazione; vivente, liquida energia fatta di luce.

Prendi questa luce inspirandola nel tuo corpo.

Senti come riempie i tuoi polmoni ed immaginala riempire tutte le tue cellule con il suo potere di guarigione.

Inspirando, senti te stesso assorbire questa luce tramite i pori della tua pelle.

Senti come se ogni parte del tuo essere succhiasse questa luce dentro di sé, come se tu fossi un gigantesco aspirapolvere.

Senti i tuoi polmoni e tutto il tuo essere espandersi mentre inspiri.

Espirando, immagina che le tue cellule siano sature di luce; visualizza che la luce in ogni cellula si accenda, come tante lampadine.

Poi fai sprigionare la luce delle cellule, vedendola inondare gli organi, attraverso il tuo corpo, per uscire nuovamente dai pori della tua pelle.

Visualizza, mentre la luce si riversa fuori di te, che essa proviene da una sorgente energetica inesauribile dentro di te, e che al suo passaggio attraverso il tuo corpo dissolve tutta l’energia discordante (tossine, inquinamento, scorie, malattie, emozioni negative) accumulata nelle strutture cellulari.

Mentre espiri, permettiti di lasciar andare anche lo stress del corpo.

Hai circondato te stesso con questa potente energia di luce.

Sappi che qualsiasi cosa tu lasci andare sarà automaticamente sciolta e trasformata dal potere di questa luce, che è l’aspetto visibile della forza creativa.

Senti come ti stai espandendo, diventando più vasto, senza limiti, mentre la luce viene inspirata e riempie ogni cellula.

Quando espiri, senti come la luce stia dissolvendo le vibrazioni negative, mentre inonda ogni cellula e poi si sposta fuori dai limiti della tua forma fisica.

Visualizza te stesso seduto dentro una vasta sfera, o globo.

Vedi questa sfera riempita di energia luminosa.

Mentre inspiri, attira l’energia di luce fino al centro del tuo essere.

Mentre espiri, fai irradiare la luce e riempine la sfera che ti circonda.

Allarga la sfera quanto vuoi.

Vedi che attira al suo centro solo luce ed energie positive, di guarigione.

Visualizza pura energia di luce che entra dalla sommità della sfera, fluendo dentro di te e inondandoti.

Ti senti al sicuro, rilassato, guarito e libero.

Questa sfera è uno scudo di energia luminosa che ti circonda sempre.

Se la visualizzi ogni giorno e la riempi di luce, il suo campo si fortificherà e ti proteggerà dalle energie negative.

Ti permetterà di essere rivitalizzato e fortificato ogni qualvolta lo chiedi.

Respira profondamente, in maniera dolce e collegata.

Inspira la luce dall’energia che ti circonda

 

Tratto da “L’arte di vivere in risonanza. Come diventare consapevolmente partecipi dell’Evoluzione Planetaria” di Jasmuheen

Incantesimo di base per spiegare come funziona la magia

Se l’incantesimo viene lanciato per un amico, ricordate di chiedergli il permesso.

Portate all’altare un incenso curativo, un olio curativo e una candela viola o blu. Davanti all’altare, con la mente calma e composta (e in una stanza silenziosa), accendete un bricchetto di carbonella, introducetelo nell’incensiere e cospargetevi sopra un po’ di incenso. Mentre si spande in nuvole dal profumo intenso, ordinate alla mente di concentrarsi sul proposito magico della guarigione.

Visualizzate chiaramente l’amico (o voi stessi). Dimenticate la malattia e immaginate una condizione di perfetta salute. Se il pensiero della malattia si insinua nella vostra mete, scacciatelo senza esitazione, altrimenti intralcerà la magia.

Aprite l’olio e, mentre focalizzate l’attenzione su voi stesso sull’altra persona, usatelo per inumidire due dita della mano destra. Tenendo la candela con la sinistra (o con la destra se siete mancini), ungetela scendendo dallo stoppino verso il centro, e quindi salendo dalla base verso il centro, fino a coprirla di un sottile strato lucido su tutta la lunghezza.

Con questo gesto le trasmetterete il vostro potere personale e quello racchiuso nell’olio. Sentite questi due poteri che diventano tutt’uno con la candela. Percepiteli mentre si fondono con la vostra immaginazione caricata magicamente. Visualizzate!

Ora stringete la candela, invocando le potenze o le divinità con cui siete più in sintonia e pregandole di guarire il malato.

Infilatela nel candeliere. Aggiungete altro incenso nell’incensiere. Accendete la candela con un fiammifero. Osservate la fiammella per qualche secondo, sempre aggrappandovi all’immagine della perfetta salute, quindi allontanatevi. Dimenticate completamente il rituale.

Lasciate ardere la candela finché volete. Se dovete uscire, spegnetela con le dita o con uno spegnitoio (soffiare sulla fiammella è considerato un affronto all’elemento Fuoco). Riaccendetela al vostro ritorno.

 

Questo rituale apparente mente semplice si può ripetere per diversi giorni di fila oppure eseguire una sola volta. Man mano che prenderete dimestichezza con la magia delle erbe, scoprirete il numero di ripetizioni necessarie per il raggiungimento dell’obiettivo.

Se lo desiderate, potete rendere questo incantesimo assai più complesso, per esempio cucendo una veste del color corrispondete all’incantesimo (viola o blu per la guarigione, verde per i soldi…) e indossandola durante il rito.

Potete anche coinvolgere la magia dei pianeti, per esempio facendo l’incantesimo di domenica (il giorno ideale per le guarigioni). Oppure indossate una pietra come l’ambra, dalle leggendarie proprietà terapeutiche.

Prima dell’incantesimo potete anche far un bagno dopo aver immerso nella vasca un sacchettino di erbe curative.

Poiché gli incantesimi si avvalgono spesso della lingua parlata, nulla vieta di aggiungere invocazioni o preghiere a particolari divinità oppure canti o “parole del potere” per indirizzare le energie verso la candela.

Alcuni maghi ricorrono anche alla musica o alla danza oppure all’uso di bevande alcoliche (ve lo sconsiglio), strani arredi scenici ecc, con un numero infinito di possibili varianti.

 

Quale è il meccanismo alla base di questo rito elementare? Dal momento in cui scegliete l’incenso e l’olio a quello in cui accendete la candela, mettete in moto le energie. Concentrandovi sul proposito (in questo caso la guarigione) inviate energia, perché la concentrazione è energia.

Mentre ungete la candela, sempre visualizzando l’amico o voi stessi in condizioni di ottima salute, le trasmettete l’energia dell’olio ma anche la vostra, attingendo alla riserva di potere personale che alimenta la vita.

Il fumo dell’incenso crea l’atmosfera giusta, emanando ondate di vibrazioni curative che vengono assorbite dalla candela insieme alla concentrazione.

Anche le invocazioni o le preghiere contribuiranno ad allineare l’incantesimo con l’esigenza magica e ad aggiungere energia.

Mentre la candela brucia, il potere che avete concentrato al suo interno viene rilasciato lentamente attraverso l’azione della fiammella. La cera si trasforma da solido a liquido a gas, un processo già di per sé miracoloso. Allo stesso tempo, l’energia e il potere che avete riversato nella candela si sprigionano e si espandono.

Con un po’ di pratica, un incantesimo di questo tipo non richiede più di 10 o 15 minuti…

Questo incantesimo di base si può utilizzare per qualunque esigenza magica…

La magia non è istantanea, non si possono schioccare le dita o agitare il naso e pretendere che ogni cosa si sistemi da un giorno all’altro. Occorre sostenere il lavoro magico con lo sforzo fisico…

La magia è un’arte a trecentosessanta gradi. Se siete disposti a investire energie psichiche, dovete essere pronti a spendere anche quelle fisiche. Così facendo, i sogni si tramuteranno in realtà concrete.

 

Tratto da “Il libro magico degli incensi, oli & infusioni. Ricette, formule e talismani di magia pratica” di Scott Cunningham

Le 7 regole per guarire nel pensiero e nel corpo

  1. Essere onesti con se stessi, ascoltarsi, fare solo ciò che si desidera, amarsi e non andare contro se stessi.
  2. Esser positivi negli atteggiamenti e nel parlato.
    Se si è negativi, i neuroni andranno a prendere le situazioni che evocano mali e dolori, portando così una vibrazione, a livello energetico, dannosa.
  3. Capacità di ringraziare, sia nel bene che nel male.
    Ringraziando ( che non significa per forza accettare ma rimanere onesti con se stessi ) si alzano le frequenze energetiche attraendo cose-situazioni-persone della stessa frequenza vibrazionale.
  4. Parlare e pensare in modo costruttivo.
    Pensare ed applicare azioni costruttive portano ad una crescita della positività, anche fisica.
    Pregare per l’altro, lo può aiutare a trovare le forze e le energie per migliorare, se saprà cogliere le vostre energie positive.
    Pregare anche per coloro che sbagliano significa avere un pensiero costruttivo ed aiuta a mantenere le frequenze vibrazionali alte.
  5. Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te ed esser sinceri.
    Gli strati più sottili delle persone ( quindi non a livello conscio ) percepiscono ogni pensiero ed emozione della persona davanti.
  6. Esprimere e credere in desideri che si vuole far avverare.
    Scegliere solo desideri col cuore e che portino bene, non desideri che vogliono farvi portare ad essere migliori degli altri o per provocare invidie.
  7. Vedere la positività in ogni cosa.
    Esercitarsi e far esercitare anche i bambini: provate a trovare almeno 5 cose positive in cose, persone o avvenimenti che non vi piacciono.